Modifica al programma di esercizio dei servizi di TPL e indicazioni operative in applicazione del DPCM 26/04/2020 e dell’Ordinanza Regionale n. 538 del 30/04/2020

Con riferimento all'evoluzione dello scenario epidemiologico relativo all'infezione da nuovo Coronavirus (COVID-19) ed al previsto avvio della cd fase 2, nel rispetto delle previsioni del DPCM 26/04/2020 e dell’Ordinanza regionale 538/2020, tenuto conto delle caratteristiche della mobilità in Provincia di Sondrio, le aziende di trasporto incaricate di pubblico servizio, a far data dal prossimo 4 maggio sono tenute:

  1. allo svolgimento dell'orario non scolastico invernale, con la soppressione di tutte le corse esposte nei quadri orari con la dicitura “scol”, nonché del servizio erogato con la Funicolare “Campodolcino-Motta”, in relazione al quale permane il servizio sostitutivo garantito da STPS SpA;
  2. a provvedere, qualora il livello di offerta esercito non sia idoneo a soddisfare la domanda di trasporto in condizioni di sicurezza, al potenziamento tempestivo e puntuale del servizio prevedendo, nei limiti di quanto normativamente ammissibile, l’aumento della capacità del mezzo utilizzato, ovvero aggiungendo corse di rinforzo o aumentando la frequenza complessiva del servizio;
  3. a rispettare tutte le misure preventive sul distanziamento, come da indicazioni contenute nell’Ordinanza Regionale summenzionata, con particolare riferimento al numero massimo di viaggiatori non superiore al 50% dei posti a sedere offerti e al 15% dei posti in piedi come indicati dalla carta di circolazione, fornendo adeguata informativa ai passeggeri sui posti e sulle posizioni occupabili all’interno del mezzo, nonché sulle porte utilizzabili per l’accesso e l’uscita dal mezzo;
  4. a fare indossare al proprio personale di contatto apposite mascherine per la protezione di naso e bocca ed a raccomandare agli utenti l’utilizzo di mascherine e guanti a bordo dei mezzi;
  5. ad effettuare interventi di igienizzazione, sanificazione e disinfezione dei mezzi nel rispetto delle prescrizioni sanitarie in materia, oltre che delle Ordinanze regionali e del Protocollo siglato dalle associazioni di categoria, OO.SS. e MIT in data 20 marzo 2020, inviando copia delle procedure seguite e degli interventi previsti ad Agenzia.

Le aziende, nel rispetto DPCM in oggetto, sono autorizzate a sospendere la vendita diretta dei titoli di viaggio a bordo. Per il pagamento delle tariffe dei servizi di trasporto pubblico, le aziende sono tenute ad incentivare l’utilizzo di sistemi contactless.

Alle aziende sarà inviato un prospetto per il monitoraggio puntuale dell’utenza trasportata per singola corsa, fermo restando l’impegno a segnalare tempestivamente ad Agenzia eventuali situazioni di sovraffollamento.

Si invitano le Aziende a dare la massima diffusione del nuovo orario dei servizi, e di ogni successiva modifica dello stesso, mediante la pubblicazione sui siti aziendali, nelle biglietterie e a bordo dei mezzi oltre che agli espositori delle fermate.

1 Maggio, 2020